Indice articoli

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 
ibercivis banner
 
 
 
Ibernet (completato)
 

Negli ultimi anni è stato scoperto che molti sistemi reali (in campi molto diversi come la biologia, l'immunologia, l'economia o la sociologia) possono essere descritti come reti complesse. Una rete complessa si può definire come un insieme di nodi uniti da legami o relazioni.Alcuni esempi di reti reali sono le reti di comunicazione (aeroporti, ferrovie, autostrade) o dell'energia elettrica, le connessioni neuronali, internet o le reti sociali.
Soprattutto le reti sociali (i cui nodi sono costituiti dalle persone) sono state oggetto di intensi studi: dalle semplici reti di amici (Facebook, Myspace, Twitter, ...), fino alle reti di collaborazione scientifica fra ricercatori.
Questo tipo di sistemi è di grande rilevanza nel descrivere sia fenomeni quotidiani, sia fenomeni di maggiore importanza, come il traffico su internet, i problemi delle reti aeroportuali o la trasmissione di malattie.

iber ibernet 1È stato riscontrato che la struttura di molte reti reali presente proprietà curiose, come i livelli elevati di clustering (per esempio il fatto che due mie amici provenienti da ambiti distinti siamo anche amici fra loro) o i bassi valori di distanza media fra due nodi (vedi il fenomeno dei sei gradi di separazione).
Uno strumento molto utile per caratterizzare la struttura di una rete complessa è la cosiddetta distribuzione di connettività, che misura la probabilità di incontrare nella rete un nodo con k nodi vicini. Così, se si considera una rete in cui tutti i nodi hanno approssimativamente lo stesso numero di connessioni, siamo di fronte a una rete omogenea. Tuttavia, la distribuzione di connettività in una rete reale è di solito "priva di scala", cioè alcuni nodi hanno molti collegamenti, mentre la grande maggioranza ne ha pochi.

nell'immagine: esempio di rete con struttura "a comunità", i nodi sono gli utenti del servizio di posta della Universitat Rovira i Virgili de Tarragona, le connessioni rappresentano le comunicazioni email. I colori mostrano i diversi dipartimenti dell'università, all'interno dei quali, ovviamente, le connessioni sono maggiori. A. Arenas, L. Danon, A. Díaz-Guilera, P. Gleiser and R. Guimerà, European Physics Journal B, 38(2), 373-380 (2004).


iber iber 3Il progetto Ibernet studia e rappresenta graficamente la struttura e l'evoluzione temporale delle reti di relazione padre-figlio fra gli utenti di Ibercivis, così come individuare "legami fantasma" fra gli utenti, in moda da poter ricostruire la rete sottostante per ulteriori analisi. Da qui l'interesse non solo per le relazioni dirette padre-figlio, ma anche per gli inviti inviati e ricevuti che possono indicare il grado di interrelazione interno a questa rete sociale. Si conta inoltre di utilizzare il modello estrapolato per analizzare situazioni differenti, come le dinamiche della teoria dei giochi o la propagazione delle pandemie per fare alcuni esempi. Dal modello si potranno inoltre trarre conclusioni no nsolo rispetto alle sue proprietà, ma anche rispetto ai suoi punti di forza e di debolezza.

nell'immagine: rete di regolazione genetica del batterio Mycobacterium Tuberulosis. Ciascun nodo della rete rappresenta un gene e ciascun legame rappresenta una relazione di controllo tra un fattore di trascrizione genetica e un gene controllato da questa relazione. I differenti colori rappresentano gruppi di geni con caratteristiche distinte relative alla suddetta dinamica di regolazione.

 

Accedi per commentare

Articoli

Written on 17/01/2022, 14:43 by boboviz
rosetta-e-virtualboxDa un po' di tempo il progetto Rosetta@Home sembra aver decisamente puntato sull’applicativo VirtualBox (Phyton), lasciando spesso vuote le code per gli...

Ultime dal Blog

Written on 03/08/2021, 22:27 by boboviz
foldit-e-alphafoldLa "svolta" AlphaFold è una delle più importanti degli ultimi anni, motivo per cui ho deciso di tradurre l'articolo che parla della sua implementazione in...