Indice articoli

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 
ibercivis banner
 
 
 
Cuanticables (completato)
 
 
Da anni, stiamo assistendo ad una crescente miniaturizzazione nei dispositivi elettronici di uso domestico. Tale riduzione di dimensioni è stata possibile grazie alla corrispettiva riduzione dei componenti che fanno parte dei circuiti e gli elementi interni agli stessi. Così, mentre i primi transistor avevano una dimensione di diversi centimetri, i transistor moderni non superano dimensioni di qualche millimetro. Questi progressi sono stati possibili grazie al miglioramento nelle tecniche di fabbricazione e manipolazione dei materiali semiconduttori. All'interno della comunità scientifica, oggi si pensa a fare un ulteriore salto qualitativo nel processo di miniaturizzazione, mediante l'utilizzo di cavi e componenti che contengano solamente alcune particelle di materiale per fabbricare dispositivi in scala nano o micrometrica.

iber cuanti 1 nell'immagine: un semiconduttore nanometrico
Dal punto di vista della scienza di base, questo campo offre scenari interessantissimi, in quanto a dimensioni così piccole il comportamento delle particelle è regolato dalle leggi della meccanica quantistica. In questo modo, in questi piccoli cavi e dispositivi, gli elettroni che trasportano le correnti manifestano alcune caratteristiche spettacolari della natura quantistica. In particolare, come conseguenza della dualità particella-onda, gli elettroni possono presentare effetti d'interferenza nel suo movimento, simili a quelli che presenta la luce.


La sfida della scienza dei materiali implica il miglioramento delle tecniche come la nanolitografia, che permette di stampare circuiti in piccola scala su substrati semiconduttori; quella della rottura di giunzioni, che permette di fabbricare contatti di scala atomica e la fabbricazione, manipolazione e assemblaggio affidabile di nuovi materiali come il grafene, i nanotubi di carbonio e i superconduttori.


iber cuanti 2nell'immagine: cavi quantici
L'obiettivo di Cuanticables è quello d'analizzare in quale modo i difetti dei materiali affliggono la capacità di un cavo quantico di condurre la corrente. Con questo scopo, i ricercatori della Universidad de Buenos Aires hanno sviluppato un modello teorico che simula il cavo quantico, le impurezze e gli elettrodi ai quali si connette il cavo quantico. Studiano in questo ambito il comportamento della corrente che si genera attraverso il cavo quando gli si applica un voltaggio esterno e si concentrano nel comprendere il ruolo delle impurità, giacché questo ingrediente è sempre presente nei materiali reali.

Accedi per commentare

Articoli

Written on 17/01/2022, 14:43 by boboviz
rosetta-e-virtualboxDa un po' di tempo il progetto Rosetta@Home sembra aver decisamente puntato sull’applicativo VirtualBox (Phyton), lasciando spesso vuote le code per gli...

Ultime dal Blog

Written on 03/08/2021, 22:27 by boboviz
foldit-e-alphafoldLa "svolta" AlphaFold è una delle più importanti degli ultimi anni, motivo per cui ho deciso di tradurre l'articolo che parla della sua implementazione in...