Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Gentili amici,

già lo scorso anno ho solleticato le vostre papille gustative con un veloce excursus riguardante le più disparate forme di alimentazione alternativa presenti in questo nostro disparato mondo. Durante le ricerche preparatorie per l’articolo mi ero imbattuto nell’altisonante nome di “Specie Umana: Progetto 3M”, ma lo avevo messo velocemente in una cartella per l’eventuale bibliografia (lo aveva già citato di sfuggita anche il buon Danieleg nel vecchio thread). Grave errore il mio!!!! Il “Progetto 3M” è veramente un luminoso esempio di come sia possibile costruire uno stile di vita basandosi sul nulla.

La forma

Il progetto consiste in un libro on-line, un pdf di 1773 pagine (che il sottoscritto, con gravi rischi per la sua salute mentale, si è sciroppato integralmente) impaginate da un tossicodipendente in crisi di astinenza (font delle più diverse fogge e fatture, testo non giustificato, paragrafi ed interlinee che cambiano ogni 3 righe, ecc, ecc) , tant’è che se fossero correttamente revisionate occuperebbero non più di 150 pagine.

Gli autori del libro, vista la sua vitale importanza per il genere umano, ovviamente sono anonimi e nessun riferimento è presente sul sito da cui è possibile scaricarlo gratuitamente, tranne l’indicazione tipica: fate girare il più possibile.

All’interno del pdf, poi, è fin da subito ben chiara la levatura scientifica del tutto, quando gli autori sottolineano che:

“Questo libro, ormai ampiamente diffuso in tutto il mondo da anni, è stato scritto col metodo intertestuale moderno, cioè con la formattazione derivata dall'interazione tra molte centinaia di scienziati specialisti nelle singole discipline scientifiche provenienti da tutto il pianeta (diverse decine di essi, a seconda dell'argomento, per ogni capitolo, paragrafo o singolo settore di quest'ultimo) che hanno unito i risultati delle ricerche scientifiche più avanzate in assoluto……tali ricerche scientifiche, dalla fisica particellare, alla fisica nucleare, meccanica quantistica, astrofisica, biofisica, biochimica, biologia molecolare, paleoantropologia moderna, anatomia comparata, fisiologia comparata, morfologia funzionale comparata fitozoologica(???), scienza dell'alimentazione moderna, medicina moderna, patologia moderna, terapeutica moderna, ecosistemica moderna, urbanistica comparata moderna, scienza economica e finanziaria applicata moderna, scienza politica applicata moderna, sociologia applicata moderna, scienza della conversione industriale, scienza moderna dei sistemi di produzione alimentare mondiale, scienza delle costruzioni moderna, scienza della eco-produzione energetica mondiale, ecc.”

Beh, ovvio che uno, dopo un incipit del genere, abbia delle aspettative abbastanza alte! Poi, però, l'odore di supercazzola da quattro soldi elevatissima scienza comincia a farsi abbastanza forte:

“I PIU' GRANDI SCIENZIATI AL MONDO in ogni campo hanno accettato di APRIRE LETTERALMENTE i propri armadietti professionali più preziosi, contenenti LE PIU' GRANDI SCOPERTE SCIENTIFICHE DI TUTTI I TEMPI in ogni settore TENUTE SEGRETE PER DECENNI, e talvolta tramandate addirittura per qualche secolo, senza che la popolazione purtroppo avesse la minima idea che esistessero”.

Ma caspita, ma io queste centinaia di scienziati voglio conoscerli, voglio stringer loro la mano per ringraziarli personalmente uno a uno….ed invece no:

le MOLTE CENTINAIA di SCIENZIATI predetti che hanno unito i risultati sperimentali ultradecennali iniziali non ancora ufficializzati e poi incrociati con quelli dei colleghi delle altre discipline scientifiche, hanno ritenuto opportuno PREFERIRE L'ANONIMATO”.

Per fortuna, però, ci hanno lasciato il nome di questa nuova disciplina che dovrebbe rivoluzionare la vita umana, ovvero la “Oloscienza”,

"i cui parametri di base sono quelli postdetti, e la cui struttura di base è proprio esattamente quella del PRESENTE TESTO, che rispecchia la massimamente POTENTE PROCEDURA FONDAMENTALE per affrontare e RISOLVERE qualsiasi problema relativo alla specie umana, di portata anche MONDIALE."

Oh, mammina, questi possono risolvere QUALSIASI problema mondiale, avete capito? E come possiamo fare per aiutarli, ma ovviamente imparando tutti l’Oloscienza, ignoranti che non siamo altro:

UNIVERSITA' OLOSCIENTIFICA, comprendente SOLO ed ESCLUSIVAMENTE la suddetta OLOSCIENZA, e che, come tutte le strutture PIU' PROGREDITE IN ASSOLUTO, deve avere una impostazione SEMPLICE ed EFFICACE”.

Il contenuto

Dopo aver compreso a fondo “il come” possano questi centinaia di scienziati (e anche noi iscritti alla facoltà di Oloscienza) migliorare le sorti del mondo, dobbiamo capire “il cosa”, ovvero il contenuto profondo di queste 1700 pagine. L’autore entra subito nel merito della questione enunciando un teorema fondamentale dell’Oloscienza:

“OGNI SINGOLO ATOMO DI TUTTO IL NOSTRO ORGANISMO PROVIENE SOLO ED ESCLUSIVAMENTE DAL CIBO”.

Quindi, di che cibo dovremmo essere fatti? la SPECIE UMANA non è "onnivora", non è carnivora, non è granivora, non è erbivora, non è frugivora (da "fruges"= frutta e parti tenere di vegetali), ma è fruttivora ed in particolare è assolutamente MALIVORA [da "malum"(a sua volta da "malon"= il frutto)= mela].”

Ma scusate, sono arrivato a pagina 50 del Vostro testo e mi dite di mangiare una mela (e che siete dei semplici Melariani)? Ma me lo diceva anche mio nonno quando ero bambino. E le restanti 1723 pagine adesso come le riempite??

Andiamo, però, con ordine altrimenti non si capisce come si sia arrivati alla mela. Motivo per cui la prima domanda che ci facciamo è “Come è nata l’umanità”?

“La specie umana, cioè, non solo nacque perfettamente MALIVORA si nutriva, quindi, solo ed esclusivamente di mele (per l'esattezza di variazione cromatica rossa), ma addirittura nacque solo ed escusivamente grazie alla struttura anatomica stessa del melo, che da struttura arborea a basso fusto ha costretto la nostra struttura primatica arboricola a locomozione sospensoria ad adattarsi gradualmente alla locomozione bipede terrestre”.

Ah, praticamente l’uomo è diventato eretto per raccogliere le mele, interessante teoria che si completa con i dati seguenti:

“A quel punto, è ormai scientificamente chiarissimo che l'uomo continuò a vivere in quella sorta di paradiso terrestre per ben 5,2 milioni di anni, in cui i pochi reperti fossili indicano anche una assenza totale di malattie e una vita media come minimo molto superiore ai massimi standard attuali, addirittura sembra con limite vitale indefinito.

Cioè, mangiando solo mele (solo rosse, tra l’altro) erano diventati immortali? Fantastico!! Corro subito dal mio fruttivendolo sotto casa!

Ma perché la mela e non, per esempio, l’arancia? Ovvio, perché

La MORFOFUNZIONALITA' TROFICA SPECIE-SPECIFICA della SPECIE UMANA è anch'essa MOLTO CHIARA e indica precisissimamente anche la PROVENIENZA SPAZIALE NATURALE dell'UNICO cibo ANATOMO-FISIOLOGICAMENTE ADATTO alla sua specie”, ovvero, “nei MILIONI di anni di CO-EVOLUZIONE, acquisisce una STRUTTURA MORFOFUNZIONALE (e biochimico-fisiologica) PERFETTAMENTE COMPLEMENTARE proprio alla STRUTTURA MORFOFUNZIONALE (e biochimico-fisiologica) del FRUTTO stesso”.

In pratica, dal momento che la forma della mano sembra essere "fatta apposta" per contenere una mela, allora la mano si è “evoluta” per raccogliere le mele. Praticamente ci sarebbero da riscrivere tutti i libri di paleontologia finora stesi, dal momento che le mele sono state alla base sia dell’ergersi dell’uomo in posizione verticale sia del pollice oppositivo!!

E gli altri cibi? Quelli che fin dalla preistoria accompagnano il cammino dell’uomo? Ecco, dimenticateveli:

Dunque, quando riferendosi alla specie umana, si parla di altra frutta, della cosiddetta "verdura", dei cosiddetti "semi", del latte aspecifico, dei cosiddetti "formaggi", delle uova, del cosiddetto "pesce", della cosiddetta "carne", ecc. non si sta ovviamente parlando di qualcosa che ha minimamente a che fare col concetto di "cibo", in quanto, ovviamente, sono solo ed esclusivamente componenti ecosistemiche trofo-aspecifiche, e quindi, come vedremo meglio nel capitolo relativo alla patologia moderna, se introdotti dentro il nostro organismo costituiscono semplicemente un insieme di tossine trofo-aspecifiche (cioè di componente ecosistemica trofo-aspecifica), innescando immediatamente il processo patologico”.

Secondo voi, centinaia di scienziati Progettisti 3M, basterebbe quindi una dieta vegana per poter vivere meglio? Giammai, dal momento che

è esattamente per questo motivo che chi si "nutre" ancora anche di cadaveri animali, o ancora anche di cadaveri vegetali (come gli umani ancora "onnivori", vegetariani, vegan, vegan-crudisti, ecc.), ha una defecazione ancora estremamente o decisamente puzzolente, cosa che avviene in maniera quasi nulla nei fruttariani, e assolutamente del tutto nulla, anzi con un odore addirittura piacevole (come specialmente per le urine) nei melariani di tutto il mondo.

Ecco, io adesso, amici melariani, non vorrei spaventarvi, ma il cambio di odore dell’urina spesso (ma non sempre, si pensi agli asparagi) è legato ad un cambiamento del PH della stessa e questo, ve lo devo dire, non è una cosa bellissima dal punto di vista medico, eh.

E comunque io due mele cotte con lo zucchero me le farei proprio….giammai: "IN NATURA NON ESISTE ASSOLUTAMENTE IL CIBO COTTO, infatti, SIAMO L'UNICO ANIMALE CHE CUOCE I CIBI”.

Vero! Dobbiamo anche considerare, però, che siamo l'unico animale in grado di scrivere programmi in linguaggio Java.

Vogliamo poi parlare della mela di Adamo ed Eva o dell'Olimpico Pomo della Discordia? E Guglielmo Tell dove lo mettete? E "Il Tempo delle Mele"?? Ecco, io direi di fermarmi qui (anche perché riassumere 1700 pagine di cazzate, Oloscienza non è facile) dal momento che vi ho dimostrato chiaramente come è possibile cambiare in meglio l’umanità mangiando le mele.

Mangiate mele rosse crude e solo quelle, mi raccomando!!

 



Per commentare questo post nel forum devi effettuare il login

Articoli

Written on 11/02/2019, 11:13 by boboviz
boinc-workshop-2019Anche quest'anno si terrà il Boinc Workshop, dal 9 al 12 Luglio a Chicago. La partecipazione è libera e gratuita.

Ultime dal Blog

Written on 19/06/2017, 14:38 by boboviz
addio-lugano-bellaCari sodali scaccolatori,come alcuni di voi sanno, il sottoscritto, oltre ad essere appassionato di Boinc, è anche "appassionato" di HPC e, visto che il...