Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
WCG_Articolo_Leish_1 La Leishmaniosi in Italia è nota soprattutto per essere una malattia (una parassitosi) dei cani ma purtroppo può essere anche trasmessa agli uomini e non sempre il nostro sistema immunitario è in grado di combatterla autonomamente. Devasta pelle e mucose ma in alcune forme anche organi interni e midollo osseo; può portare alla morte del paziente.
La World Community Grid lancia un nuovo progetto su piattaforma BOINC per individuare potenziali composti in grado di combattere questa malattia e ci chiede di collaborare. Aiutare la ricerca non è mai stato così facile e sicuro!

La Leishmaniosi umana è una malattia tropicale che infetta ogni anno più di due milioni di persone in 97 diversi paesi. Ad oggi non ci sono vaccini per prevenirla nonostante siano state fatte diverse ricerche in proposito. La Leishmaniosi è causata da un parassita, specificatamente dai protozoi del genere Leishmania, che vengono trasmessi agli umani dagli animali ospiti, che in questo caso fanno anche da "serbatoio", attraverso gli insetti che si cibano di sangue.

In breve lo scopo di Drug Search for Leishmaniasis è quello di identificare delle molecole potenzialmente candidate ad essere sfruttate come cura per la Leishmaniosi. La potenza di calcolo della World Community Grid verrà utilizzata per eseguire delle simulazioni computerizzate di interazione tra milioni di composti chimici e alcune proteine target, quelle ritenute vitali per l'esistenza e la riproduzione del parassita. Questo sarà utile per individuare i composti più promettenti, quelli che dopo ulteriori studi e sviluppo in laboratorio potranno essere la base di vere e proprie medicine contro la malattia. I dettagli riguardanti il progetto si possono trovare sul sito di WCG oppure sul sito ufficiale del progetto, creato dagli stessi ricercatori.

I ricercatori coinvolti nel progetto Drug Search for Leishmania lavorano all'Università di Antioquia (Medellín, Colombia) e sono assistiti dai ricercatori dell'Università di Galveston, Texas. Il responsabile del progetto è Carlos Muskus


WCG_Leishmania_ossaImportanza del progetto

Una delle forme della malattia, quella chiamata "viscerale" (Kala-azar), la forma più grave perché coinvolge milza, fegato e midollo osseo, colpisce più spesso i bambini (che sono più spesso a contatto con i cani serbatoi) che possono addirittura morire se non adeguatamente e repentinamente curati.
Le misure di controllo sono sostanzialmente l'uso delle medicine, il controllo della concentrazione degli insetti e l'educazione delle comunità più a rischio.

Si è preferito non pubblicare immagini degli effetti della malattia sulla pelle e sulle mucose dell'uomo perché piuttosto raccapriccianti; guardate però che danni può provocare il parassita alle ossa umane nei casi più estremi!

Purtroppo il numero di casi continua ad aumentare nei paesi tropicali come Bangladesh, India, Sudan, Ethiopia, Brasile, Colombia, Peru e molti altri. Il trattamento standard per tutte le forme di Leishmaniosi può causare gravi effetti collaterali, inclusa la morte del paziente. Inoltre l'evoluzione naturale porta ad avere sempre più parassiti resistenti a queste medicine, e questo crea enormi problemi nei paesi ove la malattia è diventata endemica. Per queste ragioni c'è un urgente bisogno di nuove, valide e poco costose medicine contro la Leishmaniosi.


Approccio del progetto

Verrà utilizzato un software chiamato VINA, sviluppato dal famoso Scripps Research Institute (California), che simulerà gli esperimenti chimici virtuali necessari. Si cercano dei composti in grado di disabilitare delle particolari proteine, essenziali per la sopravvivenza del parassita. Cercare questi potenziali composti è ovviamente solo il primo passo nel processo di sviluppo di una cura efficace per la malattia.

WCG_Articolo_Leish_2Avendo sufficiente potenza di calcolo, questo screening può essere portato a termine in molto meno tempo rispetto all'utilizzo delle convenzionali tecniche di laboratorio. Purtroppo con le risorse attualmente a disposizione dei ricercatori ci vorrebbero 120 anni per completarlo; ed ecco il perché dell'inserimento di questo progetto nella griglia di WCG, la potenza di calcolo che può mettere a disposizione potrebbe ridurre questa fase ad un solo anno!

Le informazioni riguardanti i composti candidati verranno pubblicate dai ricercatori e saranno di dominio pubblico, disponibili per altri centri che vogliano basare le loro ricerche sui dati ottenuti. Parallelamente ai calcoli verranno anche eseguite ricerche di laboratorio, test dei possibili candidati emersi dalle simulazioni.

Speriamo che sia la volta buona e che si possa davvero sconfiggere questa malattia.



Per commentare questo post nel forum devi effettuare il login

Articoli

Written on 11/02/2019, 11:13 by boboviz
boinc-workshop-2019Anche quest'anno si terrà il Boinc Workshop, dal 9 al 12 Luglio a Chicago. La partecipazione è libera e gratuita.

Ultime dal Blog

Written on 19/06/2017, 14:38 by boboviz
addio-lugano-bellaCari sodali scaccolatori,come alcuni di voi sanno, il sottoscritto, oltre ad essere appassionato di Boinc, è anche "appassionato" di HPC e, visto che il...