Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
boinc_social_network.pngIn progetti in costante crescita e sviluppo come BOINC è sempre interessante sapere che cosa "bolle in pentola", ovvero sapere in anteprima i nuovi possibili sviluppi della piattaforma più famosa ed utilizzata per il calcolo distribuito.
.

Seguendo i vari forum e mailing list ufficiali è possibile avere molte di queste informazioni. Visto che siete tutti curiosi come me, cercherò di riportarvi le varie proposte e novità che vengono di volta in volta discusse con i vari volontari da tutto il mondo.
Proprio recentemente c'è stata una interessante discussione sullo sviluppo di BOINC nell'ottica di social network, scritta da David Anderson (ideatore, direttore e sviluppatore del progetto BOINC). I social network hanno avuto un grande successo nella rete in questi ultimi anni, basta pensare ai siti come MySpace o Facebook tanto per citarne un paio, e permettono di conoscere e mettere in collegamento utenti anche molto distanti fisicamente e culturalmente ma con esperienze ed interessi comuni.

I progetti BOINC hanno infatti, oltre al lato scientifico, una importante parte sociale, in quanto uniscono tantissimi utenti da tutto il mondo. E per far si che questi utenti entrino in contatto, condividano le loro conoscense e si conoscano bisogna che ci siano gli strumenti adatti sul web. Gli sviluppatori di BOINC e gli amministratori dei progetti sanno molto bene che più i volontari del progetto vengono coinvolti e più successo può avere un determinato progetto. Per questo sono in sviluppo alcune nuove funzioni sulle pagine web dei progetti e non solo per poter avere una sorta di social network per i progetti BOINC.

Alcune di queste funzioni dedicate alle community sono già state implementate, come ad esempio i messaggi privati per contattare gli altri partecipanti, per i team di avere più amministratori del team (quindi più utenti possono gestire il team e non solo il fondatore) e la possibilità per i team di avere anche un proprio forum di discussione dedicato sul sito del progetto (può essere utile per piccoli team, così tutti possono avere un proprio spazio facilmente e in pochi click). Un'altra funzione interessante è la possibilità di avere una lista di amici, che si possono aggiungere dal proprio account e vengono poi visualizzati nel profilo anche dagli altri. La proposta è di implementare molte altre funzioni che possano essere utili per BOINC prendendo esempio dai grandi social network prima citati, e gli sviluppatori sono in attesa di idee e suggerimenti per questo. E' già in sviluppo un'interfaccia OpenSocial per le community BOINC, che permetterà sfruttare queste funzioni tramite "widgets" (piccole applicazioni anche integrabili in pagine web) configurabili dall'utente, rendendo semplice l'aggiunta di programmi di terze parti nei siti dei progetti BOINC e l'esportazione dei dati in altri siti non boinc (blog, o altri social network). Queste funzioni per le community introdurranno nuovi tipi di notifica, come la richiesta di un amico, un nuovo messaggio privato, ecc, e stanno lavorando per avere per poterle gestire in maniera unica, che permette all'utente di scegliere come riceverle: per email, feed RSS, o tramite avvisi nel BOINC Manager (l'interfaccia del client BOINC). Il Dott. Anderson scrive inoltre che molti hanno richiesto di rendere queste funzioni "cross-project", ovvero collegate e fruibili e tra tutti i progetti BOINC, ma per ora non sarà fatto, perchè questo tipo di integrazione può introdurre rischi per la sicurezza, rende tutto più complesso e richiede spesso server centrali dedicati per lo scambio e la sincronizzazione dei dati

Le aspettative e gli obiettivi a lungo termine di queste nuove funzioni sarebbero:

  1. Incremento del coinvolgimento dei volontari, incremento dei partecipanti e incremento del traffico sui siti dei progetti, che può aiutare chi si finanzia tramite la pubblicità sulle pagine web.
  2. Creazione di nuovi canali di interesse che possono portare più persone a scoprire i progetti BOINC e partecipare.
  3. Possibilità per i team di operare come strutture manageriali per fini scientifici, ad esempio i progetti potrebbero distribuire dei lavori che devono essere eseguiti sia sfruttando la potenza dei calcolatori che l'intelligenza umana dei volontari, e questo può essere gestito e portato a termine da team invece che dai singoli partecipanti.
Prepariamoci quindi ad un BOINC sempre più "social", più ricco di funzioni che tanto piacciono agli utenti del web di oggi e che permetterà a tutti di scoprire ed imparare sempre nuove cose, non solo dai progetti scientifici ai quali partecipiamo ma anche dagli altri partecipanti sparsi su tutto il pianeta.

 

 



Per commentare questo post nel forum devi effettuare il login

Articoli

Written on 11/02/2019, 11:13 by boboviz
boinc-workshop-2019Anche quest'anno si terrà il Boinc Workshop, dal 9 al 12 Luglio a Chicago. La partecipazione è libera e gratuita.

Ultime dal Blog

Written on 19/06/2017, 14:38 by boboviz
addio-lugano-bellaCari sodali scaccolatori,come alcuni di voi sanno, il sottoscritto, oltre ad essere appassionato di Boinc, è anche "appassionato" di HPC e, visto che il...