Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

La terza interazione prende in considerazione le proteine RhoA e Dbs. La maggior parte delle cellule hanno la possibilità di muoversi all’interno dell’organismo dietro preciso comando dell’organismo stesso. Questo processo è fondamentale nel nostro sviluppo dallo stato embrionale: le cellule iniziano a muoversi fino a posizionarsi nel punto corretto e fino ad assumere la forma necessaria per assolvere alla funzione per cui sono state destinate; è grazie a questo meccanismo se possiamo passare dall’essere delle specie di alieni a qualcosa che si avvicina il più possibile ad un bambino o, da adulti, è lo stesso processo che permette di rimarginare le ferite, con le cellule dei tessuti adiacenti che “strisciano” fino a congiungersi e saldarsi l’un l’altra, mentre noi vediamo solo la ferita diventare sempre più piccola e meno profonda.

Le cellule hanno uno scheletro rigido (citoscheletro), necessario per permetter loro di svolgere i compiti per cui sono state preposte e per rimanere organizzate internamente. Qualora dovessero muoversi, sono costrette a modificare continuamente la struttura del loro scheletro.

RhoA_20120129

Non è difficile immaginare che, perchè tutto avvenga correttamente, la comunicazione tra le varie cellule e all’interno della cellula stessa debba essere il più possibile organizzata: è come se la tenda di un circo venisse sollevata dagli spettatori e portata a chilometri di distanza, senza mai appoggiarla e senza che nessuno abbandoni mai il proprio compito. Ci sono molte interazioni tra proteine che regolano questo processo e che permettono che si compia correttamente. Una di queste proteine è la RhoA. Questa è una proteina interruttore, può essere attiva o inattiva.

Quando la cellula ha necessità di muoversi, tramite la proteina Dbs, viene attivata la RhoA che permette alla struttura della cellula di essere velocemente modificata. Una volta giunta in posizione o quando la cellula non deve essere mossa, attraverso una proteina chiamata RhoGAPs viene inibita la fuzione della RhoA e la struttura cellulare si può muovere molto più lentamente.

Siccome le cellule tumorali crescono a ritmi vertiginosi, spesso la zona iniziale diventa troppo “affollata” e quindi alcune cellule neoplastiche decidono di loro spontanea volontà di muoversi e colonizzare altri tessuti: i dottori chiamano questo evento “metastasi” ed è sempre una brutta notizia per i malati di tumore. Per potersi muovere verso una nuova “casa”, le cellule tumorali hanno la necessità di potersi riorganizzare velocemente e per far ciò aumentano la produzione di Dbs o riducono il tasso di RhoGAPs in modo che la RhoA possa velocizzare al massimo le deformazioni.

La proteina RhoA è molto flessibile ed al giorno d’oggi nessuno è riuscito a sintetizzare un principio che tenga disattivata la RhoA per evitare che la sovraproduzione di Dbs attivi il movimento. Attraverso Rosetta@home si sta cercando di prevenire l’attivazione tramite Dbs, ma si è rivelato un compito molto arduo siccome la RhoA è incredibilemente flessibile e si attacca debolmente solo con la Dbs.

Grazie a Rosetta@home è stato definito un set di 16 proteine che avrebbero dovute essere utili allo scopo, ma nessuna di queste è riuscita a legarsi alla RhoA quando sono state testate. Nei prossimi mesi si cercherà di definire nuove proteine attraverso un nuovo algoritmo che pensiamo funzioni; qualora si riesca ad ottenere una proteina che durante i test si leghi con la RhoA, questa sarà la prima al mondo e darà agli scienziati un nuovo strumento per capire meglio il funzionamento della RhoA e come le cellule tumorali riescano a prenderne il controllo. Le elaborazioni di questo progetto saranno riconoscibili dalla parola “RhoA” nel loro nome.


Inviato: 18/02/2012 20:33 da Gattorantolo #76586
Avatar di Gattorantolo
Hai ragione, secondo me insieme a WCG e a CPUGrid (al quale non posso purtroppo agganciarmi perché ho un Mac... :sob:) sono i progetti più sensati. Viva Rosetta!
Inviato: 18/02/2012 19:04 da kidkidkid3 #76580
Avatar di kidkidkid3
Niente da dire sulle finalità del progetto Rosetta (sono in procinto di raggiungere i 500k di crediti dopo circa 14 mesi di elaborazioni di WU che utilizzano solo la CPU), ma devo criticare invece la scarsa comunicazione in caso di problemi sui loro server.
Ho trovato molto più efficace e trasparente, invece, il forum di GPUGRID, per velocità di risposta e risoluzione dei problemi, anche se siamo davvero in poche decine di persone di BOINCITALY (utenti attivi) a contribuire a questa ricerca.
Inviato: 17/02/2012 22:08 da Tiziano #76504
Avatar di Tiziano
complimenti!!!
visto che rosetta combatte il cancro mi metto ad elaborare anchio :)
Inviato: 04/02/2012 12:49 da Gattorantolo #75710
Avatar di Gattorantolo
Una motivazione in più per andare avanti!
Inviato: 04/02/2012 09:20 da erotavlas #75704
Avatar di erotavlas
Complimenti per l'articolo e speriamo che Rosetta aiuti a risolvere questi problemi!
Inviato: 30/01/2012 22:51 da boboviz #75529
Avatar di boboviz
akd ha scritto:

Anch'io apprezzo sempre quelli di rosetta non solo per il lavoro e la comunicazione comprensibile, ma anche e soprattutto perchè ti spiegano cosa stai calcolando...


Quelli di Rosetta sono dei grandi.
Mica come il progetto di cui sono referente, i cui amministratori si sono dati alla macchia :doh:
Inviato: 30/01/2012 22:18 da akd #75519
Avatar di akd
Anch'io apprezzo sempre quelli di rosetta non solo per il lavoro e la comunicazione comprensibile, ma anche e soprattutto perchè ti spiegano cosa stai calcolando...
Inviato: 30/01/2012 19:40 da Venturini Dario #75499
Avatar di Venturini Dario
Ottimo articolo e davvero interessante. Ammiro davvero i ricercatori di Rosetta@home perchè danno sempre dimostrazione di saper parlare alla gente anche quando si tratta di argomenti di una certa complessità
Inviato: 30/01/2012 11:11 da morse #75453
Avatar di morse
Herr Fritz 27 ha scritto:

Si, stanno affrontando il problema da una prospettiva diversa dal solito, o per lo meno sembra a me, visto che sono difficili da trovare notizie sui possibili trattamenti in fase di ricerca. Per il momento si stanno concentrando più sul "come funziona" e non sul come "riparlo", però quando conosci il tuo nemico poi...

Grazie a chi ha sistemato l'immaginetta all'inizio!!! ;)



Ottimo lavoro, complimenti.

Per l'immagine direi che puoi ringraziare bax :asd:
Inviato: 30/01/2012 09:28 da Herr Fritz 27 #75450
Avatar di Herr Fritz 27
Si, stanno affrontando il problema da una prospettiva diversa dal solito, o per lo meno sembra a me, visto che sono difficili da trovare notizie sui possibili trattamenti in fase di ricerca. Per il momento si stanno concentrando più sul "come funziona" e non sul come "riparlo", però quando conosci il tuo nemico poi...

Grazie a chi ha sistemato l'immaginetta all'inizio!!! ;)
Inviato: 30/01/2012 04:14 da baxnimis #75447
Avatar di baxnimis
Assolutamente notevole !

Quelli di Rosetta sono decisamente attivi (e anche ottimisti), speriamo ottengano risultati tangibili ;)


Riguardo all'articolo: si legge in modo molto fluido dall'inizio alla fine, ottimo davvero!

Per commentare questo post nel forum devi effettuare il login

Articoli

Written on 21/05/2018, 21:55 by boboviz
nuovo-client-boinc-7-10-2Oggi è stato ufficialmente rilasciato il nuovo client Boinc, la versione 7.10.2 Qui la lista delle modifiche rispetto alla versione precedente.

Ultime dal Blog

Written on 19/06/2017, 14:38 by boboviz
addio-lugano-bellaCari sodali scaccolatori,come alcuni di voi sanno, il sottoscritto, oltre ad essere appassionato di Boinc, è anche "appassionato" di HPC e, visto che il...