Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
setiathome_help.gifCome gli anni passati, il progetto Seti@home ha avviato la raccolta fondi per il nuovo anno, che sono necessari per portare avanti i progetti in sviluppo dai ricercatori. Nel mese di dicembre è stata inviata una newsletter via email a tutti i partecipanti con la situazione attuale del progetto e le varie novità su cui stanno stanno lavorando e lavoreranno i ricercatori nei prossimi mesi.
.
Il progetto Seti@home non gode di fondi o sovvenzioni da parte di nessun ente purtroppo, ed è quindi interamente sostenuto da donazioni di privati e volontari. Le donazioni di hardware e software da parte di Intel, Sun, Colfax e HPSS hanno permesso di ridurre il bugdet necessario, ma il lavoro da svolgere per portare avanti il progetto è molto e quindi servono contributi sia in denaro che in potenza elaborativa.
La novità più importante del 2007 è stato l'inizio della distribuzione dell'analisi dei dati radio acquisiti tramite il nuovo ricevitore ALFA a 7 raggi, utilizzando una nuova versione del client Seti@home distribuita luglio. Per sfruttare a pieno il nuovo ricevitore installato all'osservatorio di Arecibo è stato sviluppato un sistema di registrazione dei dati veloce, che permette di prendere i dati da tutti e 7 raggi (milgiore copertura del cielo quindi) nei 2 tipi di polarizzazione (maggiore sensibilità). Il nuovo sistema inoltre tiene traccia della frequenza di registrazione che cambia a seconda del puntamento del radiotelescopio nel cielo, e quindi permette di avere a disposizione uno spettro di frequenze più ampio da analizzare invece che una banda ristretta. Per questo motivo la quantità di dati da elaborare è aumentata molto e per poter portare avanti la ricerca c'è bisogno di più potenza elaborativa.
 
alfa_installed.jpg
Un'immagine del ricevitore Multibeam ALFA installato all'interno del rediotelescopio
 
Altri progetti interessanti sono in fase di sviluppo, come quello della validazione dei dati in tempo reale (Near Time Persistency Checker - NTPCKR) che permetterebbe di visualizzare in maniera rapida i possibili segnali interessanti trovati durante le elaborazioni e visualizzarli sul sito. Inoltre viene portato avanti il progetto Astropulse, che permetterà di effettuare nuovi tipi di analisi dei segnali alla ricerca di intelligenza extraterrestre e fenomeni particolari nell'universo (evaporazione di buchi neri e nuove pulsar).
Il budget previsto dai ricercatori per portare avanti il tutto è di 476mila dollari, che sperano di raccogliere tramite le donazioni. Chi volesse contribuire può trovare informazioni a questa pagina. Ai donatori sarà aggiunta una stellina ( star.gif ) a fianco  del loro nick sul sito del progetto e il loro nome comparirà nella lista dei donatori. donatori.
Potete leggere il testo in inglese della newsletter inviata a tutti gli iscritti e una traduzione in italiano qui sul nostro forum (grazie a Stefano per la collaborazione ;) ). A questa pagina potete trovare un comunicato stampa (in inglese) dell'università di Berkeley per la necessità di più volontari al progetto Seti@home, che contiene ulteriori informazioni interessanti.


Per commentare questo post nel forum devi effettuare il login

Articoli

Written on 21/05/2018, 21:55 by boboviz
nuovo-client-boinc-7-10-2Oggi è stato ufficialmente rilasciato il nuovo client Boinc, la versione 7.10.2 Qui la lista delle modifiche rispetto alla versione precedente.

Ultime dal Blog

Written on 19/06/2017, 14:38 by boboviz
addio-lugano-bellaCari sodali scaccolatori,come alcuni di voi sanno, il sottoscritto, oltre ad essere appassionato di Boinc, è anche "appassionato" di HPC e, visto che il...