Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
raduno_online.jpgÈ nato il 26 Aprile, nel canale IRC della community , il nostro terzo B.I.M.B.O. (Boinc Italy Members Brought Online).
L’iniziativa ha visto la partecipazione di numerosi P.A.P.À (Persone Ansiose di Partecipare Attivamente), che vorremmo ringraziare per il contributo dato alla buona riuscita dell’evento.
.
 
(QUI potete trovare il log del meeting)
 
Tanta, tantissima carne al fuoco durante questo raduno. E anche parecchie sorprese. L’inizio è stato piuttosto puntuale e la discussione ha velocemente preso piede. Dopo un primo rapido scambio di battute introduttive, ci si è spostati su DimDim, una piattaforma online realizzata in Flash, accessibile completamente via browser senza installazione di plugin o programmi, utile perché consente di mostrare presentazioni in PowerPoint e in Pdf, di far sentire a tutti la voce dei relatori senza necessità di configurazioni particolari, di mostrare il desktop del nostro computer, di navigare nelle pagine internet tramite un browser integrato e anche di avere a disposizione una lavagna dove scrivere.
 

 
presentazione1small.jpgLa prima presentazione è stata quella di Dario. Essa si è basata su una considerazione emersa dalla partecipazione in questa community: poichè normalmente non c’è alcun tipo di organizzazione nella gestione del lavoro e questo stesso motivo porta spesso gli utenti a non rendersi conto di quanto viene portato avanti e quindi a non comprendere l'importanza del lavoro che viene svolto, è necessario cambiare rotta e iniziare, sempre nell’ottica della massima flessibilità, a rendere tutti quanti partecipi di cosa viene fatto, in modo che l’operato dei contributori venga giustamente valorizzato e che la community possa presentare, periodicamente, i risultati concreti della sua esistenza, dimostrando così la propria utilità e il proprio impegno.

Ha quindi mostrato le attività realizzate dalla community durante il 2010, in poco più di 3 mesi (aggiornate al 19/04):
 
  • 100 news dai progetti tradotte;
  • 13 articoli su BOINC, la ricerca, i nuovi progetti, realizzati;
  • 4 nuovi progetti supportati e la creazione delle loro pagine;
  • l’iniziativa BOINC the Wiki!, che con 2 nuove pagine create, 6 modificate e 3 in lavorazione (la lista la trovate in fondo all'articolo relativo) - oltre a una quantità di collegamenti utili a renderle più facilmente reperibili - , ha mostrato come la community sia interessata a - e in grado di lavorare per – A) fornire informazioni sul calcolo distribuito B) far conoscere agli utenti italiani questo strumento di supporto alla Scienza.
 
Queste attività sono quelle che danno un reale valore al sito di BOINC.Italy e che lo rendono il più completo, aggiornato e frequentato nel panorama del calcolo distribuito in Italia
 
Hanno portato, sempre da inizio anno, all’iscrizione di 227 nuovi utenti, circa il 10% del totale. I risultati sono quindi buoni, in termini di iscrizioni, ma non ancora sufficienti per quanto riguarda la diffusione del calcolo distribuito e per la conoscenza del sito. Ci sono circa 45mila italiani che conoscono BOINC , alcune migliaia che lo usano, (fonte: BOINCStats) decine di milioni che posseggono un computer collegato a Internet (fonte: Istat). Di fronte a un target così imponente, i numeri attuali sono incoraggianti ma devono essere anche un elemento di sprono a fare di più, perché le potenzialità sono enormi.

Ovviamente tutte queste attività non si sono portate avanti da sole ed è quindi stato doveroso dedicare un momento per ringraziare tutti coloro che, in questi mesi, hanno in qualche modo contribuito al lavoro della community:


La presentazione si è poi conclusa con un paio di screenshot relativi a ProjectFork , un plugin per la gestione del lavoro che è stato inserito nel nuovo sito e che verrà utilizzato per assicurare il completamento dei lavori, favorire la tracciabilità, l’assegnazione dei compiti e la gestione dei progetti. Grazie a ProjectFork si potrà in ogni momento sapere su cosa la community sta lavorando, a che punto è arrivata, cosa manca da fare e soprattutto cosa è già stato fatto, nell’ottica di rendicontazione che prima è stata sottolineata come necessaria. Della gestione si occuperà Dario.
 
Potete scaricare la presentazione cliccando QUI
 

 
discussion_time.jpgLa fase successiva del meeting, ritornati su IRC, è stata relativa alla discussione e alle proposte. Schematicamente, un elenco di quelle emerse; l’invito, se ne riteneste alcune interessanti, è di A) leggervi la parte relativa nel log che troverete in fondo all’articolo e B) esprimere i vostri pareri nella sezione dei commenti a quest’articolo:
  1. traduzione del Wiki di BOINC
  2. creazione di più contenuti per il portale, in particolare di news o articoli di approfondimento, da parte degli utenti, con l’affiancamento degli attuali contributori per il chiarimento di eventuali dubbi sullo stile, sull’editor, sulle materie di discussione
  3. realizzazione di un volantino e coordinamento di una campagna di promozione del sito
  4. sostegno alla richiesta di una pagina delle pubblicazioni redatte grazie all’uso di BOINC nei siti dei vari progetti
  5. redazione del numero 2 della newsletter e periodizzazione  della stessa (mensile con i contenuti del mese passato? Trimestrale con articoli appositi?)
  6. periodizzazione dei meeting della community (mensile?) e sua pubblicizzazione tramite newsletter
  7. sistemazione del nuovo sito per rendere visibile anche il calcolo distribuito oltre a BOINC
  8. creazione di un sistema di feedback verso Berkeley, dove indicare i miglioramenti o cambiamenti che si ritiene necessario applicare a BOINC (di qualunque tipo)
  9. stesura di un articolo relativo a misurazioni (benchmark) effettuate CON e SENZA BOINC attivo, per mostrare con i dati se effettivamente non ha impatti sulle prestazioni dei PC
  10. trasformazione (o meglio, consolidamento) del team in una vera e propria associazione, con i vantaggi e svantaggi conseguenti. Vantaggi, nel senso della possibilità di ricevere donazioni, emettere fatture, poter richiedere fondi. Svantaggi per i vincoli amministrativi che ne conseguirebbero, come la necessità di uno statuto, di un bilancio, di assemblee periodiche e in generale di una organizzazione formale delle attività.
 
Oltre alle proposte, un altro elemento che merita di essere menzionato è la presenza, un po' a sorpresa, di due graditissimi ospiti:
 
  • in primis cinolorenzo, storico membro della community che proprio quel giorno compiva 72 anni e che, a dispetto dell’età, dimostra di saper usare il computer e Internet anche per una buona causa (BOINC);
  • in secundis, Yoyo, al secolo Uwe, quarantaduenne tedesco che gestisce, per l’associazione Rechenkraft.net, i progetti Yoyo@Home e RNAWorld. Con lui abbiamo pianificato un’intervista per il futuro, sul tema della gestione dei progetti BOINC.
 

 
presentazione_paolo.jpgUna seconda presentazione, nuovamente su DimDim, è stata quella di GHz. Inizialmente è andata ad analizzare le dinamiche del traffico sul sito rilevate tramite Google Analytics: visite, parole chiave, siti di provenienza del traffico, ritorni, stabilità ecc.
I trend esaminati mostrano come, sebbene siano stati ottenuti ottimi risultati rispetto all’anno precedente (e anche rispetto a quello prima ancora), il numero delle visite al portale sia leggermente in calo in questo ultimo mese. Da qui la necessità di coordinare le attività promozionali, come l’inserimento di link in altri siti, la diffusione di eventuali volantini (si ringrazia Caterpillar) - che, con il nuovo sito, troveranno una apposita collocazione per facilitarne la reperibilità - il passaparola. Bisognerà prendere iniziative per contrastare questa tendenza; il nuovo sito, grazie alla migliore utilizzabilità e alla maggiore semplicità, ne sarà la base di lancio e lo strumento principale.
Per dimostrare che la community sta lavorando proprio in questa direzione, GHz ha mostrato alcuni screenshot e le novità principali del nuovo sito, spiegando anche i motivi che hanno portato alla sua creazione e alle scelte effettuate. Vari i moduli e le nuove pagine implementate:
 
  • il glossario (ora è previsto un modulo apposito, che renderà questo strumento molto più organizzato ed efficace per la gioia di Boboviz, il responsabile del glossario)
  • le FAQ (anche qui un modulo le gestirà automaticamente, migliorandone l’accessibilità e semplificando il lavoro di Ducati749)
  • la pagina dello staff (che servirà per dare giusta visibilità e riconoscimento a chi si dà da fare)
  • un sistema per l'assegnazione di un punteggio agli utenti, così da incentivare la partecipazione e la collaborazione
  • il modulo per la gestione del lavoro (ProjectFork, di cui si è parlato nella prima presentazione)
  • la semplificazione e razionalizzazione del layout, per migliorare la comprensibilità del sito, specialmente a favore degli utenti nuovi arrivati
  • l’introduzione dei messaggi privati nel forum

Potete scaricare la presentazione cliccando QUI


 
Che dire? Il meeting, sebbene piuttosto lungo, ha visto la partecipazione di numerosi membri, alcuni dei quali non particolarmente attivi sul forum. Questo vuol dire che si tratta di uno strumento adatto a incoraggiare la partecipazione di persone che preferiscono un confronto più diretto di quello offerto tipicamente dalla nostra community. Indubbiamente questo ci spinge a dire che non solo è stata una buona iniziativa, ma anche che dovrebbe essere ripetuta, come tra l'altro è stato richiesto dagli utenti stessi.
 
Dall'altro lato, mancavano alcuni dei membri normalmente più attivi e contributivi. Questo non ha inficiato la riuscita dell'evento, ma ha forse privato la discussione di importanti punti di vista sulle tematiche affrontate e le prospettive del team, viste da chi lo conosce meglio.
 
Comunque, sperando in una ancor maggiore partecipazione alle future sessioni, si può notare che sono molte le cose fatte, molte che si stanno facendo e ancor di più le proposte per il futuro. Ancora una volta quindi, seguendo la filosofia del calcolo distribuito di spezzettare il lavoro più possibile, affidandone piccole parti a moltissime persone, così da realizzare un lavoro collaborativo, vi incoraggiamo a partecipare, a proporre e a dare una mano. Ognuno di noi, per quanto poco possa fare, può essere utile e i nuovi strumenti messi in campo daranno ancor più valore e riconoscimento ai vostri contributi.
 

Per commentare questo post nel forum devi effettuare il login