Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

banner_galaxyzoo_hubble

Il progetto Galaxy Zoo evolve ancora una volta; ora passa a classificare le galassie in base alle incredibili immagini del telescopio spaziale HUBBLE! Galaxy Zoo: Hubble è la nuova incarnazione del progetto e continua a permettere a noi internauti di aiutare gli astronomi con vera ricerca scientifica, chiedendoci ancora di classificare galassie.
Questo passaggio avviene dopo aver raggiunto nel 2010 i 60 milioni di classificazioni e, con un eccellente tempismo, in corrispondenza con il 20° anniversario di Hubble (il progetto originale Galaxy Zoo e il suo successore Galaxy Zoo 2 avevano utilizzato entrambi i dati del telescopio robotizzato Sloan Digital Sky Survey).

Le immagini delle galassie ottenute utilizzando il leggendario telescopio spaziale sono ora disponibili a chiunque voglia supportare il progetto. Molte delle galassie più fievoli sembrano quelle già viste nel catalogo dello Sloan DSS in Galaxy Zoo 2 (questo è un buon segno perché sarebbe una cosa alquanto strana che le galassie fossero diverse in funzione di quale telescopio le fotografa) e comunque tra di queste ci sono delle autentiche gemme da scoprire. Un paio sono raffigurate qui sotto, tanto per gradire.

GalaxyZoo_Hubble_3

Hubble è in orbita da 20 anni. In questo lunghissimo periodo di tempo ha aiutato gli astronomi a capire l'età dell'Universo, a scoprire galassie distanti mai viste prima, a evidenziare la presenza di buchi neri al centro di alcune galassie, a testimoniare la collisione di una cometa con Giove, e molto altro!
Hubble è nell'immaginario delle persone di tutto il mondo e ci ha dato la maggiorparte delle immagini dello spazio rimaste nella coscenza pubblica come vere e proprie icone.

GalaxyZoo_Hubble_4

L'immagine appena sopra è stata presa durante una missione di manutenzione (Servicing Mission 4), subito dopo che lo Space Shuttle Atlantis agganciò l'Hubble con il suo braccio robotico nel maggio del 2009. Quella missione servì a riparare ed aggiornare il telescopio e proprio grazie a quegli interventi l'Hubble continuerà a fornirci incredibili immagini e dati scientifici ancora per molti, molti anni.


Per commentare questo post nel forum devi effettuare il login

Articoli

Written on 13/07/2017, 22:23 by boboviz
cristallografia-a-raggi-xFin dal nostro ultimo post, abbiamo condotto un esperimento di diffrazione a raggi-X con uno dei nostri cristalli proteici. Siamo stati fortunati che i...

Ultime dal Blog

Written on 19/06/2017, 14:38 by boboviz
addio-lugano-bellaCari sodali scaccolatori,come alcuni di voi sanno, il sottoscritto, oltre ad essere appassionato di Boinc, è anche "appassionato" di HPC e, visto che il...